COME FUNZIONA

Il primo obbiettivo è Informare

L’udito si sviluppa  nel grembo materno e gioca un ruolo molto  importante fin dal primo istante, permettendoci di sentire il linguaggio, capire e crescere.  Grazie ad esso riusciamo a riconoscere il pericolo, ad emozionarci, e a stare in contatto  con il mondo.

Anche mentre dormiamo, le nostre orecchie sono sempre vigili e attive.

Per questi motivi il nostro udito merita di essere protetto in modo speciale.

Chi sente bene può riconoscere sia i suoni bassi che quelli alti, può gestire i suoni molto deboli ed estremamente deboli, può comprendere il linguaggio, inoltre riesce a distinguere un rumore preciso in una moltitudine di suoni, permettendoci così di escludere quei rumori irrilevanti che in quel preciso momento non ci interessano, pensiamo ad esempio quando parliamo con una persona in mezzo alla folla.

L’orecchio è diviso in tre sezioni:

Orecchio esterno, che convoglia i suoni come un imbuto, li miscela e li trasmette al timpano attraverso il canale uditivo.

Orecchio medio, composto dal martello, incudine e staffa. Il suono genera una vibrazione del timpano; gli ossicini concentrano l’energia del suono dal timpano all’area della piastrina della staffa, che a sua volta trasmette il suono all’orecchio interno.

L’orecchio interno è delimitato all’esterno dalla finestra ovale, collegata alla staffa dell’orecchio medio. Le vibrazioni della finestra ovale mettono in moto il liquido che riempie l’organo uditivo, a forma di chiocciola, chiamato coclea. Le “onde” del liquido nell’orecchio interno smuovono la sottile peluria della coclea. Le cellule ciliate sono la parte iniziale del nervo acustico. Il loro movimento crea degli impulsi bio elettrici che vengono trasmessi al cervello.

Il cervello riceve la stimolazione delle cellule ciliate attraverso il nervo acustico, elaborando gli impulsi acustici, infatti è qui che questi suoni vengono trasformati in vero e proprio udito. Dagli impulsi sonori e meccanici quindi il cervello crea la nostra realtà individuale: è così che sentiamo.